Poi dicono che gli esorcisti sono matti e sono fissati. Dicono che vedono il Diavolo dappertutto. Che sono quasi dei fanatici. Ma poi vai ad analizzare la cronaca nera di questi giorni e ti senti male. Qui nessuno vuole dare giudizi. Ma i fatti parlano chiaro. Oggi mi sono incappato in un articolo di giornale del Quotidiano Nazionale che riporta un vicenda di fine agosto.

Vi ricordate quel fatto mostruoso di quel papà che uccide con ben 5 coltellate la figlioletta in culla di appena 18 mesi? E’ successo a Collemarino (Ancona) a fine agosto. Il papà si chiama Luca Giustini. Ecco cosa dice durante l’interrogatorio al Gup in cui confessa l’infanticidio: “Sì, Alessia l’ho uccisa io. Una voce interiore mi ha detto di farlo”. Ha detto di aver agito come obbedendo a una volontà superiore, qualcosa che una domenica pomeriggio, mentre la moglie e l’altra figlia di 4 anni e mezzo erano al mare con i nonni, l’ha spinto ad affondare per cinque volte la lama di un coltello da cucina nel corpicino di Alessia, che dormiva nella culla.

 Agghiacciante. Ma non è tutto. I carabinieri hanno sequestrato una decina di fogli scritti da Luca Giustini con una calligrafia quasi indecifrabile, in cui veniva menzionato “Disegno di Dio”, “precetto di nostro Signore”, “Dio nostro Signore” frasi in cui si ripetono ossessivamente richiami mistici al “progetto di Dio venuto tranoi”, del “Signore” che avrebbe guidato le sue azioni.  Poi si scopre che tra gli ultimi ‘mi piace’ sul suo profilo di facebook, Giustini ne aveva assegnato uno a un esperto in psicografia, la scrittura sotto la guida di uno spirito e altri a un tizio di nome Chico Xavier.

A molti Chico Xavier non dice nulla. In realtà questo signore (il nome esatto è Francisco Candido Xavier), morto qualche anno fa, è stato il medium più famoso di tutto il Brasile con migliaia di seguaci in tutto il mondo. Sosteneva che grazie al suo angelo guida era riuscito a scrivere ben 400 libri e aveva profetizzato che un giorno “il brasile sarebbe divenuto la terra d’ un nuovo vangelo”.

 Ora l’attività spiritistica e medianica che pretende di parlare e di essere in contatto (per esempio con la scrittura automatica) con esseri guida o di luce come angeli e cari estinti per il Magistero della Chiesa e per il Catechismo è da considerare come pratica occulta e spiritica e pertanto non è solo sconsigliata ma condannata. In sostanza chi pratica queste azioni – anche con la scusa di essere terapeutiche – pratica delle vere e proprie sedute spiritiche.

A Vade Retro me ne sono occupato sia quando si pretendeva di parlare con i propri estinti – http://www.youtube.com/watch?v=AzRPkUTGKhQ – sia quando si parlava di catalizzatori (cioè medium) – http://www.youtube.com/watch?v=eC8uXJMX_cA – che dicevano di riuscire a parlare con l’Angelo Custode. Infine me ne sono occupato per raccontare come il pericolo di colloquiare con gli spiriti può essere talmente pericoloso – http://www.youtube.com/watch?v=hppQKeaDBGI – da diventare una vera e propria possessione diabolica (come nel caso della donna del video, funzionaria della Comunità Europa, costretta a rivolgersi a un’esorcista).

Chi pratica lo spiritismo o afferma di essere medium – assicurano gli esorcisti – corre un serio pericolo. Anche se queste attività possono sembrare in linea con il Cristianesimo (spesso i spiritisti si dicono ferventi cattolici e fanno precedere le proprie pratiche da preghiere cristiane) possono portare ad aprire quelle famose finestre da dove potrebbe entrare il Demonio. Gli esorcisti da sempre affermano che la pratica dello spiritismo può cambiare le persone. Renderle più depresse. Senza coscienza. In trance. Con quelle voci in testa che ripetono le stesse cose.

Annunci